Ristorante MercatOrientale (siamo temporaneamente chiusi)

L’università itinerante del Food al Ristorante del MOG

50 posti a sedere per una vetrata affacciata sulla Piazza del Gusto, il cuore pulsante del MOG.
Uno spazio che racchiude una filosofia di accoglienza diversificata che spazia da ampi tavoli conviviali ad altri riservati e appartati, una confort zone dove sentirsi coccolati, consigliati in un’atmosfera raffinata ma a suo modo informale.
Ogni dettaglio dalle innovative librerie del vino, fino alla mise en place rispecchia un concetto di cucina alla costante ricerca di nuove emozioni e sperimentazioni ma che mai dimentica le sue origini e le materie prime delle nostre terre.
Il menù è un piccolo catalogo di opere d’arte e le opere d’Arte sono prodotte dai geni e quello impegnato al Ristorante del MOG – e che porta il nome di Daniele  Rebosio – è uno di quegli chef che porta con sé il bagaglio culturale raccolto dopo aver vissuto e animato le cucine d’Europa.

DANIELE REBOSIO

Daniele Rebosio, Executive Chef del Ristorante del Mercato Orientale sorride e sistema l’ultimo nodo al grembiule prima di iniziare il servizio. “La mia università alberghiera è stato il mondo, le persone le culture. A Genova, luogo in cui la tradizione è forte e ben radicata, ho imparato quali sono i piatti cardine di un popolo intero e della mia terra; tuttavia non esistono solo trofie al pesto. Consideriamo il basilico per esempio, lo usiamo solo per fare il Pesto ma in quante preparazioni può essere usato? Tantissime. Viaggiando ho capito che non è necessario avere taccuino e penna o ricette scritte, è necessario avere una preparazione dietro, una linea guida e una tecnica importante”.